Se ti sei divertito, dillo a tutti!
Pinterest
RSS
Facebook
Twitter
Un post che parla di CUCINA o di GIOCHI?
Non lo so ancora non l’ho capito, però vi racconto come è nata questa GIOCO/RICETTA.
A fine Novembre Monica ( qui trovate la sua versione più professionale per delle meringhe perfette) mi manda un video su uno dei ostri “mille mila” CANALI SOCIAL, è un video americano breve e allegro dove una solare signora crea in pochissimo tempo delle MERINGHE bellissime.
Poi arrivano le vacanze di NATALE, compare in casa una BUSTINA DI ZUCCHERO A VELO ( avete presente quelle che si trovano nei pandori!? Quello che “no, la zia non ce lo vuole perché sporca”….invece”si, i bambini lo vogliono perché sembra neve”…e poi” no, il nonno non lo può mangiare, c’ha il diabete” ), perché non RIUSARE queste bustine?
Ma andiamo per ordine… 
Questo è un ESPERIMENTO da #GALENOFORKIDS!

COSA SERVE?


1. ALBUME 1
2. ZUCCHERO a velo ( 200 gr circa , io li ho preparati con il frullatore, ma va bene anche lo zucchero semolato)

Attenzione!Vedete la foto qui sopra? Tutte queste meringhe sono state realizzate con UN UNICO ALBUME e circa 200 gr di zucchero a velo. Attenzione ai quantitativi per non finire sommersi dalle meringhe!

Il procedimento è un gioco da ragazzi, io ho pensato di fare delle meringhe colorate aggiungendo del colorante alimentare(fig.2) che avevo in casa.
Si prende l’albume e si aggiunge lo zucchero(fig.1) fino a quando non diventerà un impasto che si può lavorare con le mani (tipo DIDO’).
Fate delle palline( fig.3) grandi come un noce e mettetele su un piatto adatto ad andare nel MICROONDE, ben distanziate tra di loro( fig.4).

Adesso mettete il piatto nel microonde per massimo due minuti a 700-900w, controllate la cottura della prima “infornata” ed eventualmente variare tempi e potenza del forno.
Ma la cosa più DIVERTENTE sarà guardare CRESCERE ,con i vostri piccoli pasticceri, le meringhe nel forno, Aurora si è divertita moltissimo a vedere NASCERE le sue CREATURE, simili a delle uova che si schiudono e a dei MOSTRI che aprono la bocca!

Ebbene si , siamo di fronte ad un ESPERIMENTO SCIENTIFICO,oggi si parla di PROTEINE e della denaturazione della loro struttura terziaria.
 Molti di voi sapranno che le proteine si piegano, annodano, aggrovigliano seguendo i severi dettami di legami elettrici debolissimi che conferiscono ad ogni proteina una struttura tridimensionale fissa ( che la rende unica e specializzata ad un unico compito).
L‘ALBUME dell’uovo è composto per il 90% di ACQUA e il 10% di PROTEINE ( niente grassi, niente tracce di tuorlo), cosa succede nel forno a microonde assieme allo zucchero?

Nel forno , a causa delle alte temperature, le PROTEINE si denaturano, cioè perdono la loro forma originale, immaginate una specie di rete che tende ad allargare le sue maglie in modo casuale, poi c’è l’ACQUA che forma delle bolle perché evapora, infine c’è lo ZUCCHERO che cristallizzando ferma questo processo come fosse una foto istantanea , quello che vediamo, la MERINGA, altro non è che il risultato di questi due processi.
Infatti dentro alla meringa possiamo vedere i fori lasciati dalle bolle dell’acqua che se ne è andata via evaporando e la debole rete delle proteine tenuta rigida dai cristalli di ZUCCHERO.

Stavo quasi per dimenticarmi: le MERINGHE sono anche buonissime, provatele con il gelato, con la crema pasticcera oppure al naturale!

Se ti sei divertito, dillo a tutti!
Pinterest
RSS
Facebook
Twitter