Ti piace andare in giro per i campi e raccogliere quello che ti regala la Natura?

Anche a me, moltissimo.  Non so resistere al fascino di pigne, foglie, cortecce, sassi, bacche, raccolgo tutto scelgo come riutilizzarli. Spesso li colleziono anche quando vado in vacanza, per poi classificarli in base alla regione di provenienza ( sì, sono un po’ matta).

wood bark lantern heart tabletop

 

Ho trovato queste cortecce tra i “residui” della legna da ardere del mio vicino di casa. Alla fine dell’estate c’era un’enorme catasta di tronchi di legno da segare, destinati al caminetto. Man mano che la catasta diminuiva, rimanevano solamente le cortecce, quindi non ho resistito ed un pezzo per volta, quando facevo le mie passeggiate con il cane, le ho portate a casa.

Come lavorare la corteccia

La corteccia della legna da ardere è abbastanza fragile, ho potuto forarla solo in virtù del fatto che fosse leggermente umida. Ho pensato di procedere in modo “delicato”.

wood bark lantern heart tabletop

 

Ho disegnato all’interno della corteccia una forma semplice, come il CUORE, quindi usando un minitrapano, con una punta fine per forare  ho fatto dei piccoli buchi seguendo la forma del disegno. Infine con una punta fresatrice ho bucato la corteccia.

Ho levigato la parte interna della forma con della carta vetrata. Bisogna fare tutto delicatamente , pèerché la corteccia tende a sfaldarsi e a rompersi.

Legno, vetro e una candela

La corteccia aveva già da sola una forma convessa, ovviamente come il legno che rivestiva, quindi mi è venuto spontaneo pensare di rivestirci un semplice barattolo di vetro.

Wood Tealight Lantern drilling heart

Ho legato la corteccia forata al barattolo di vetro con del filo di juta grezzo, infine ho messo una candelina ( tealight) dentro alla caraffa.

Le mie lanterne non avevano ancora i colori caldi e avvolgenti della Natura che io avevo in mente, così sono uscita con il mio cane alla ricerca delle bacche di rosa canina, che mi piacciono moltissimo.

Allestire il centrotavola

Tornata dalla mia raccolta, ho pensato di allestire il mio CENTROTAVOLA per la CENA di CAPODANNO.

Ho preso un semplice vassoio in vetro rettangolare, al centro ho messo le due lanterne di corteccia, quindi attorno ho aggiunto le bacche di ROSA CANINA, il frutto del NESPOLO COMUNE, mi sono un po’ informata su questo frutto, in toscana si fa un po’ confusione tra NESPOLO COMUNE (Mespilus germanica L.)  e SORBO ( Sorbus domestica L.), in realtà sono due frutti differenti, il primo spesso viene innestato sul secondo per ottenere delle piante più forti. Sono frutti di origine balcanica, quindi molto vicini alle nostre tradizioni, ovviamente non hanno niente a che fare con il NESPOLO DEL GIAPPONE.

Wood Tealight Lantern , drilling heart

Ho raccolto il seme di una pianta che non sono riuscita a riconoscere, assomiglia molto ad una specie di batuffolo di cotone. Infine, visto che ho immaginato le mie lanterne come un centrotavola per CAPODANNO, ho aggiunto un’abbondante spolverata di GLITTER dorati.

I BRILLANTINI vanno su tutto come il NERO, quindi non c’è momento più adatto dell’arrivo del nuovo anno per augurarsi giornate LUCCICANTI!

Anche questa è Magia

Ti ho raccontato le mie giornate magiche, come un monaco o come una strega oppure come un guaritore indiano, mi aggiro per boschi e campagne a cercare ingredienti MAGICI. Il mio scopo non è quello di guarire qualcuno, ma semplicemente di cercare “ingredienti” per le mie DECORAZIONI.

Non c’è bisogno di materiali acquistati chissà dove per CREARE, la magia te la regala la Natura da sola, solo lei sa regalarti dei colori unici ed inimitabili, non cercare cose che non puoi avere, ma impara ad osservare quello che di più semplice ti offre la Terra.

Ogni traccia che lasciata dalle Stagioni sul terreno racconta una vita, sai leggere questa storia ? Se la tua risposta è sì, vuol dire che anche tu hai capito cosa significa MAGIA DELLA NATURA

Con questo post mi unisco alle MAGIE del gruppo ISPIRAZIONI&Co, un grazie speciale a BarbaraFabiola, Rosalba e Federica

magia

Buon Anno

Ilenia