fenicotteroLa mia pigna-ananas ti è piaciuto, ti ha fatto sorridere e questo per me è una cosa veramente fondamentale.

Mi è venuto spontaneo, così chiacchierando con alcuni amici, che di pari passo con l’ananas – pigna va il fenicottero – pigna.

Eh sì, mi ero rassegnata con l’ananas pigna a voler fare un post di chiusura dell’Estate. Dopo l’ananas, tutti a pensare a  settembre, agosto finito = fine  dell’estate.

Si ricomincia a lavorare duro duro  e a pensare alla scuola e invece zack!  È saltata fuori la pigna fenicottero.  

Fenicotteri, ananas e ambienti esotici  sono stati un trend dell’estate (non è finita, no no no no non voglio pensare che l’estate sia finita, ancora no) quindi pensiamo a divertirci ancora un po’.

Cosa serve per creare un fenicottero

Cosa serve? Intanto un po’ di fantasia, perché ovviamente non è perfetto e ci vuole un po’ di fantasia,  quella che  contraddistingue di più i bambini e quelli un po’ matti come me .

  • pigna di piccole dimensioni
  • 2 cannucce rosa
  • tempera
  • pennarello nero indelebile
  • colla a caldo
  • tappo di plastica (facoltativo, la base può essere di qualsiasi materiale: cartone, feltro, ecc.)
  • glitter (facoltativo)

Ho usato sono una pigna di piccole dimensioni, ma  vanno bene un po’ tutte le misure.

La pigna sembra (sempre con una dose di fantasia)  composta di piume sovrapposte e l’ho dipintadi un rosa,  creato in modo estemporaneo con  Aurora.

Siamo passate al taglio delle cannucce: cercando di dare un po’ di proporzione tra il corpo e le zampe del fenicottero,  ho visto che sui disegni  la lunghezza del corpo è uguale alla lunghezza delle zampe. 

Quindi in totale avrò 3 pezzi di cannuccia, 2 dei quali con una parte pieghevole, nell’ordine

  1. una zampa diritta
  2.  una zampa piegata
  3. il collo con la testa piegata.

Adesso posso passare ad incollare tutto con la pistola per la colla a caldo.fenicottero

Come fare il piedistallo per il Fenicottero

Senza fare pubblicità, posso dire di aver usato il tappo di plastica della Nutella? Tu puoi usare cosa preferisci, come ad esempio del cartone o del feltro. Ho incollato il fenicottero sul coperchio di plastica con la colla a caldo. La mia pigna è piuttosto piccola, quindi basta la cannuccia per sorreggere tutto il fenicottero.

Se usi pigne più pesanti potresti inserire dentro alla cannuccia un bastoncino di legno (come quelli che si usano per fare gli spiedini di carne) per rendere la “zampa” del tuo fenicottero più resistente.

Non mi piaceva lasciare il piedistallo bianco, allora mi sono chiesta:”Dove sta il fenicottero con la zampa alzata?” In acqua ovviamente!

Ho infine deciso di usare la colla a caldo (o la colla vinilica) per disegnare delle “onde” sul barattolo, poi ci ho versato sopra dei brillantini(glitter) di diverse sfumature di blu.

fenicottero

Che te ne pare? Non sembra un mare?

Adesso che sono arrivata in fondo al post penso che mi dovrò arrendere e ammettere che forse il mio animaletto è arrivato alla fine dell’Estate…ma la bella stagione non finisce qui, infatti vedo all’orizzonte tante nuove idee e tu cosa vedi nel tuo Settembre?

fenicottero