Se ti sei divertito, dillo a tutti!
Pinterest
RSS
Facebook
Google+
Twitter

Sapete come si fa la gonna a ruota??

Io l’ho scoperto casualmente girovagando su Facebook ed ho letto il dettagliatissimo tutorial di Claudia de La casa nella prateria , blog MERITATAMENTE  famoso ( potrei parlare alcune ORE di questo blog!) e vi posso dire che le ho chiesto dei consigli e lei mi ha anche risposto “in tempo reale”, grazie!
L’idea è nata dal fatto che nel nostro paese ogni anno c’è una fiera che si chiama “Mercatino del tempo che fu” a Subbiano, AREZZO ,durante la quale si svolge un mercato di prodotti fatti in casa e ovviamente tutti sono vestiti da contadini!!
Volevo realizzare una gonna (SEMPLICE) per la mia bimba, cioè volevo fare una contadinella.
Cercherò di riassumere brevemente i passaggi, per le foto vi rimando al sito di Claudia.
Per prima cosa misurate la circonferenza della vita della persona a cui è destinata la gonna, prendete un foglio di carta, io ho preso un foglio di giornale, dato che la mia bimba è piccola (18 mesi) è sufficientemente grande.
Sul foglio tracciate due righe ad angolo retto, dal vertice dell’angolo misurate un distanza pari alla CIRCONFERENZA DELLA VITA DIVISO 3,14.
Segnate tale distanza su entrambe le righe disegnate ed unite i due punti con un compasso, potete farlo anche a mano, ma il risultato sarà meno preciso (come ho fatto io, super sprecisa che non sono altro!).
Adesso segnate su entrambe le righe la lunghezza che desiderate per la vostra gonna ed unite i due punti come sopra. IL CARTAMODELLO E’ PRONTO!
Adesso preparate la stoffa, piegatela in quattro, tenete sempre presente che dopo il taglio dovrete ottenere UNA CIAMBELLA!
seguendo il cartamodello tagliate la “PUNTA” della stoffa, otterrete un bel TONDO, quindi tagliate la lunghezza in eccesso….aprite la stoffa e otterrete la ciambella della foto qui sotto!
io volevo che la mia gonna avesse un aspetto un pò VINTAGE, quindi per la vita della mia bimba ho cucito un cinturino fatto con la stessa stoffa della gonna , poi l’ho applicato sulla metà de davanti della gonna stessa  con un punto dritto, un pò come si fa con un grembiule(foto qui sotto), l’ho fatto molto lungo in modo da poterlo annodare a fiocco sul retro. Sulla metà dietro della vita della gonna ho applicato un elastico in modo da tenerla ben ferma.
 ATTENZIONE! a questo punto la gonna sembrava finita, MA….è intervenuta la mia mamma ( che qualcosa di cucito MASTICA!!) e mi ha creato una balza di rifinitura , a me sarebbero serviti almeno altri 10 giorni di lavoro per farla!
Cercherò di spigarvi come la mia mamma ha fatto la balza increspata in fondo alla gonna: per prima cosa misurate la circonferenza alla base della gonna, create una striscia di stoffa lunga il doppio della circonferenza misurata, potete usare anche più pezzetti di stoffa cuciti insieme, tanto alla fine, grazie all’increspatura, non si vedranno le cuciture. Una volta fatta la striscia si cuce in mezzo con un punto dritto un pò molle e lungo, a questo punto si inizia il paziente lavoro di increspatura cominciando a tirare il filo della cucitura centrale che ovviamente non abbiamo fissato. Finita l’increspatura la possiamo fermare la balza  al centro con un punto dritto e poi cucire direttamente sulla gonna, ci aiuterà anche a mascherare dei punti dell’orlo che non sono venuti proprio perfetti!!!
Per finire abbiamo aggiunto il “finto grembiule!, che è semplicemente un pezzetto di stoffa bianco, tagliato a forma di goccia, al quale abbiamo fatto un orlo e ci abbiamo cucito sopra un triangolo di stoffa con un semplice zig-zag ( taschino), il grembiule è fissato alla gonna con qualche punto a mano.
Questo per me è stato un gran lavoro ed inoltre ho anche imparato un sacco di cose!
Ci tengo a dire che questa tecnica può essere usata anche per cucire gonne per adulti e un nuovo grazie a CLAUDIA !
Buon lavoro ILE

CON LA MIA GONNA PARTECIPO AL LINKY PARTY DI ALEX

Se ti sei divertito, dillo a tutti!
Pinterest
RSS
Facebook
Google+
Twitter