didò


Quante volte ti è venuto in mente di fare la pasta modellabile in casa? Il problema è che se fai una ricerca di Google per Didò oppure (peggio ancora) una ricerca per Playdough (l’equivalente in lingua inglese), ti trovi sommersa di siti, ricette, varianti di tutti i tipi. Come si fa ad orientarsi? Io ho provato 5 ricette, scelte ” a caso” su Pinterest tra quelle più popolari.

Ecco qui la mia lista:

  1. Ricetta Classica  con cottura
  2. Ricetta SENZA cottura
  3. Ricetta SENZA Cremor tartaro
  4. Ricetta cotta al microonde
  5. Ricetta con 2 ingredienti

1.Ricetta Didò fatto in casa “classica”

La ricetta classica prevede la cottura e il il cremortartaro. Non tutti abbiamo in casa il cremortartaro e spesso è questo ingrediente che mette in crisi le mamme: dove trovarlo? A cosa serve? È nocivo?

Diciamo subito che il cremortartaro è presente in molti preparati di lievito per dolci, quindi assolutamente non è tossico. La sua funzione, all’interno del Didò, è di mantenere la morbidezza,ma secondo me non è chiarissima. Si trova facilmente in Farmacia in bustine già pronte da 30 gr del costo di 1-2 euro.

Ingredienti:

  • 2 tazze di acqua
  • 2 tazze di farina
  • 1 tazza di sale
  • mezza tazza di amido di mais
  • 2 cucchiaini di olio
  • 1 cucchiaino di cremortartaro

Brevemente si fa mettendo insieme tutti gli ingredienti in una pentola antiaderente a fuoco basso. Si mescola fino a che il composto non si stacca dai bordi e diventa appiccicoso. A questo punto si toglie dal fuoco e si aggiunge qualche goccia di colorante alimentare.

Le mie considerazioni:

  • Parti con un quantitativo più piccolo di farina, almeno la prima volta fai una prova.
  • Non abbondare con l’olio, la cottura tende a “farlo venire fuori”, quindi rischi di ottenere della pasta modellabile che lascia olio ovunque.
  • Non sono necessari 2 tipi di farina anche se devi tener presente che se prevale la farina la pasta tenderà ad essere più giallastra, mentre se prevale l’amido (o la fecola di patate) il Didò sarà più bianco. L’aspetto sarà comunque più lucido delle altre paste senza cottura.
  • I colori vengono aggiunti dopo la cottura, ma i preferisco metterli nell’acqua.
  • Con questa preparazione il Didò è commestibile, cioè te lo puoi mangiare, questo è importante per chi lo usa con bimbi molto piccoli. Ovviamente il sapore è disgustoso e molto salato, ma con i bambini non si sa mai.
  • alcune ricette mettono la glicerina al posto dell’olio, io ho provato e non ho notato grosse differenze

2.Ricetta Didò fatto in casa SENZA cottura

È senza dubbio la ricetta più amata. Spesso la cottura sul fuoco fa paura alle mamme che sanno bene che i loro bimbi vogliono partecipare alla creazione del loro Didò. Non dover ricorrere ai fornelli è già un pericolo in meno per i bambini. Inoltre è di aiuto alle maestre che devono preparare la pasta modellabile a scuola, dove non ci sono fornelli a portata di mano.

Ingredienti:

  • 2 tazze di farina
  • 1 tazza di sale
  • 2 cucchiaini di olio
  • 1 cucchiaino di cremortartaro
  • 1 tazza e mezzo di acqua (bollente, facoltativo)

Le mie considerazioni:

  • non serve acqua ad ebollizione, ma ben calda sì, quindi un pizzico di attenzione con i bimbi
  • i colori vengono aggiunti quando si sono formate già le palline di Didò, ma è una “faticaccia”. Invece è un’ottima idea se l’aggiunta del colore fa parte della tua attività di manipolazione con i bimbi.
  • l’aspetto della pasta modellabile è più opaco e “polveroso” rispetto alla pasta cotta (ricetta 1), ma i colori sono più naturali.didò(qui sopra puoi vedere il Didò non cotto in verde e il Didò cotto al microonde in rosso con qualche grumo)

3.La ricetta del Didò fatto in casa senza Cremortartaro

Cos’è il Cremortartaro? È un agente lievitante chimico, usato in molti dolci e presente in vari preparati per la lievitazione. Alcuni dicono che si possa sostituire col limone (Mah?!), alcuni dicono che serva per mantenere la morbidezza del Didò, altri per evitare che prenda la muffa. Questa ricetta può essere cotta oppure no.

Ingredienti:

  • 2 tazze di farina
  • 1 tazza di sale
  • 2 cucchiaini di olio
  • 1 tazza e mezzo di acqua( bollente)

Come puoi notare mettendo a confronto le ricette precedenti, qui è semplicemente stato tolto il cremortartaro e stop. Io ho provato entrambe le ricette e non ho notato nessuna differenza né nell’elasticità e nemmeno nella morbidezza del Didò.

Le mie considerazioni

  • se non hai il cremortartaro, non usarlo. Non crearti problemi, il tuo Didò non ne risentirà
  • se hai paura che la pasta perda  morbidezza ( come succede anche con quella industriale), conservala in un contenitore ermetico piccolo e stretto, con poca aria.

4.La ricetta del Didò fatto in casa con cottura al microonde

La cottura al microonde, esattamente come per il cibo, ti permette di preparare la pasta modellabile in un unico contenitore, diversamente da quello che accade per la ricetta 1.

I tutorial americani ci mostrano che in pochi attimi salta fuori un Didò perfetto. In realtà questa cottura presenta qualche insidia, il rischio è di non trovare temperatura e tempi di cottura giusti, inoltre molto spesso si creano dei grumi.

Ingredienti:

  • 2 tazze di farina
  • 1 tazza di sale
  • 2 cucchiaini di olio
  • 1 cucchiaino di cremortartaro
  • 1 tazza e mezzo di acqua

Il procedimento è un po’ più delicato. Si mescolano gli ingredienti assieme e si passano nel forno per 10-20 secondi, quindi si tira fuori il contenitore e si smescola bene, avrai una poltiglia liquida, fai attenzione a non formare i grumi. Adesso di nuovo nel forno per altri 10-20 secondi, controlla la pastella e mescola di nuovo. Continua così fino ad ottenere la consistenza desiderata.

Le mie considerazioni

  • non è difficile, il trucco sta nel mescolare spesso
  • temperatura e tempo di cottura sono molto variabili, innanzitutto dipende dal tuo forno, poi c’è la quantità di didò che stai preparando: in pratica c’è da fare qualche prova in più. Ad esempio nella ricetta 2 è possibile aggiungere farina se il Didò risulta troppo molle, per le paste modellabili cotte, aggiungere degli ingredienti a metà cottura è difficile.
  • io aggiungo i colori alimentari nell’acqua della preparazione

didò

(qui sopra puoi vedere i tentativi della mia cottura al microonde)

5.La ricetta del Didò fatto in casa con 2 soli ingredienti

Questo Didò è veramente semplice.

Ingredienti:

  • amido di mais ( o fecola di patate)
  • balsamo per capelli

Si mescolano l’amido e il balsamo in parti uguali, fino ad ottenere la consistenza desiderata. La consistenza è scorrevole e setosa, il profumo è ovviamente gradevole.

Le mie considerazioni

  • senza cottura e con due soli ingredienti è molto pratico
  • è un po’ più costoso dei precedenti, ma per le piccole quantità di casa va benissimo
  • non è commestibiledidò

Considerazioni finali

Ovviamente non ho parlato di tutte le ricette disponibili in rete, ma solo di quelle che mi sembravano più comuni. Parlo solo per esperienza diretta, quindi le mie osservazioni derivano da modifiche e tentativi che ho fatto in casa mia.

Per concludere dico che  fare il Didò in casa è uno spasso ed è anche molto facile. Fallo come ti pare, senza aver paura di sbagliare e usando quello che hai in casa. Non fare quantitativi enormi a meno che tu non abbia 4-5 figli. Non pensare a come sarà il Didò tra una settimana o come conservarlo sempre morbido, fallo e basta. In casa mia una confezione di Didò, quello acquistato in negozio, dura un pomeriggio, poi scompare, si indurisce o finisce per terra.

Inoltre credo che la creazione della pasta modellabile sia parte integrante di un pomeriggio di gioco con mia figlia. Quindi prova e riprova aggiungendo sempre qualcosa di diverso, c’è chi aggiunge profumi, glitter, farine senza glutine, sabbia, cacao, dentifricio, bicarbonato…

Adesso mi fermo e ti lascio la parola: tu hai una ricetta speciale di Didò fatto in casa?

Parlamene nei commenti, così potrò provarla anche io!

Ilenia