Abbiamo portato Aurora al Cinema per la prima volta. Ti ricordi quando ci hai portato tuo figlio? Oppure ancora è piccolo e ancora non ce l’hai portato? Aurora sapeva già tutto: lo schermo grande, il buio, i popcorn e le bibite.

Com’è andata? Lei ha detto che le è piaciuto di più “Alla ricerca di Nemo” ( visto a casa). Certo è che “Alla ricerca di Dory” è un film molto tenero e Dory è una eroina davvero speciale.

Il papà di Nemo, Marlin, è assolutamente normale. Qualsiasi genitore avrebbe attraversato l’oceano e affrontato predatori e squali per ritrovare suo figlio. Dory invece è un a pesciolina con delle difficoltà, però non si arrende e affronta la vita nel miglior modo possibile. Dory è davvero un personaggio nel quale è facile immedesimarsi.
dory

L’idea dell’acquario di Dory

Domenica, prima di andare al cinema, abbiamo mangiato una confezione di pasta artigianale, comprata in vacanza. Ti starai chiedendo:” Cosa c’entra?”. Mio marito ha messo sul mio tavolo delle creazioni la scatola di cartone vuota. La scatola sembrava proprio un piccolo schermo, direi un televisore o… un acquario. Lunedì è nato il nostro acquario e con lui tutti (o quasi) i personaggi del film.

Aurora la ha mostrato orgogliosa al suo amico Pietro. Lei ha preso il suo teatro-acquario e ha esclamato:” Adesso ti faccio tutte le scene del film di Dory”.
dory

 

Cosa serve per creare Dory e i suoi amici

Lo so, trovare la scatola della pasta artigianale non è semplice, ma basterà una semplice scatola da scarpe per avere il solito effetto.

Cosa serve:

  • 1 scatola da scarpe
  • tappi di plastica ( rosso, blu, arancione)
  • filo trasparente (lenza da pesca, nel mio caso)
  • bastoncini di legno (lo “stecco” del gelato)
  • colla a caldo
  • acquerelli
  • occhi ballerini

Abbiamo iniziato il lavoro dipingendo un fondale marino con gli acquerelli. In seguito lo abbiamo tagliato della misura della scatola.

Insieme ad Aurora ho trovato dei tappi di plastica dei colori corrispondenti ai nostri pesci. Con il cartoncino colorato abbiamo ritagliato code e pinne di tutti. Io non avevo un pennarello bianco indelebile, quindi le strisce dei pesci pagliaccio sono delle etichette adesive.

dory

Per finire i nostri personaggi li abbiamo legati, con il filo trasparente, ai bastoncini di legno.

dory

Adesso per preparare l’acquario, basterà incollare il fondale marino dipinto nel fondo della scatola. Su un lato con il trincetto, si crea il foro per far muovere i nostri personaggi ( come si vede nella foto qui sotto).

Il nostro acquario è molto affollato, piane zeppo di pesci chirurgo. Inoltre mi sono accorta che in alcune foto ho sbagliato a scrivere: Hank è un POLPO, non un polipo. Infatti i POLPI sono molluschi cefalopodi delphylum dei Mollusca , mentre i polipi sono appartenenti al phylum degli Cnidaria. Mi sono resa conto di conoscere davvero poco il mare ed è un gran peccato.
finding dory, acquario di cartone

Nonostante abbia creato tutti questi personaggi, Aurora non è contenta. Mia figlia mi ha detto che il suo personaggio preferito del film non è Dory, ma lo squalo balena Destiny e vorrebbe che lo mettessi nel nostro acquario con gli altri pesci! Accipicchia, come farò?

Adesso dimmi un po’ tu qual è il tuo personaggio preferito e se non hai visto Alla ricerca di Dory, confessami quale personaggio dei cartoni animati è ancora nel tuo cuore.

Buon divertimento,

Ilenia