Il giorno di NATALE, inevitabilmente, saremo sommersi da REGALI GRADITI ( speriamo) e da una montagna di IMBALLAGGI che andranno a riempire i bidoni .Come ogni anno ci ritroveremo di fronte allo “spettacolo” dei cassonetti traboccanti e dei rifiuti che si accumulano dentro e fuori casa.

Come rimediare?
Semplice!  Vi suggerisco tre idee che allungano la vita a questi materiali oltre a trasformarsi in giochi ed attività da fare in casa con i BAMBINI.
E’ Natale, non avete scuse: niente lavoro, niente cucina, niente “alzati, vestiti, muoviti, siamo in ritardo”.

Se non avete ancora ben capito a cosa serve il NATALE, ve lo spiego io: A GIOCAREEEEEEE.

1.Plastica trasparente:

Avete presente le scatole dei giochi dei vostri figli? Macchinine telecomandate, elicotteri, bambole varie, mini computer e peluche, di solito si trovano in delle scatole che sono per metà CARTONE e l’altra metà è PLASTICA TRASPARENTE.
Questa plastica non si sa mai dove metterla: indifferenziata? PET? …e chi lo sa.
IO l’ho usata per creare degli STENCIL.
Questa plastica è sufficientemente resistente da poter essere lavata e riutilizzata( basta una spugna).
Inoltre è abbastanza sottile da poter essere tagliata con un TRINCETTO o una FUSTELLATRICE.
Potete usare i vostri stencil per decorare qualsiasi cosa, ad esempio per creare dei BIGLIETTI DI AUGURI.



2.Cartone da imballaggio:



La mia idea è quella di usare un CARTONE con un leggero spessore, non quello in un unico strato delle scatole dei giocattoli ( con quello già ci facciamo un sacco di cose).
Io ho usato quello delle spedizioni del shop on-line più famoso del pianeta ( si, quello a cui state pensando).
Ho creato dei TAG chiudi pacco in collaborazione con la mia BAMBINA.
Ho creato un disegno ed ho chiesto ad Aurora di seguire i margini del disegno facendo dei FORI con la punto di una PENNA a sfera esaurita.



3.Imballaggi in spugna:

Dalla logica del RICICLO  non si sottraggono nemmeno i REGALI TECNOLOGICI, infatti i prodotti più delicati spesso son imballati con del materiale che ricorda molto le spugne che usiamo per lavare i piatti.
Morbide ed avvolgenti proteggono i nostri regali dagli urti meglio ancora del “vecchio” polistirolo.
Finiscono inevitabilmente nella raccolta INDIFFERENZIATA, che io considero come una resa incondizionata di fronte al nemico immondizia.
Come riuso queste spugne?
Le posso ritagliare e dargli una FORMA, in modo che Aurora possa usarle come TIMBRI, oppure le uso come spugnette per eseguire degli STENCIL e si ritorna così al punto n. 1

…e voi ? Avete mai pensato di usare non solo i REGALI, ma anche i loro INVOLUCRI?
BUON NATALE A TUTTI.